thumbCircoErrante

Titolo: IL CIRCO ERRANTE DELL'EQUILIBRIO
Autore: Lorenzo Pierfelice
Casa Editrice: Zero91

Pagine: 374
Formato: Brossura
Collana: .it
Dimensioni: 14 x 21
Anno: settembre 2013
Prezzo: 17,00
ISBN: 9788895381657
...........................................

Nell'estate del 1985 - in debito di benzina, pipì e buona sorte, lo zingaro Jika Ganesh sbaglia strada e irrompe nell'afa scintillante della Costa dei Trabocchi.
Così, i carrozzoni ormai esausti del suo Circo Errante dell'Equilibrio si arrestano rovinosamente ai piedi di un Abruzzo rude e incantato, alla vigilia della festa di Santo Niente.

 

Filtrata dagli occhi del bambino Croce, un piccolo e cattivo trafficante di rane, prende rapidamente avvio la ragnatela di una trilogia sospesa tra il prodigio e la menzogna, dove - tra sensuali equilibriste, pittori di travocchi e un losco giro di interessi petroliferi – va in scena una stagione che culminerà nel più imprevedibile degli esiti: un omicidio/suicidio di facile archiviazione.

Ma il Circo Errante è anche il soggetto di un romanzo che lo scrittore Miroslav Kokonazakis non riesce più a portare avanti: in crisi di creatività e a pochi giorni dall'arrivo sulla sua isola dell'editore Julio Xavier Redondo, Miros trova tra la corrispondenza un'ingombrante busta gialla, all'interno della quale qualcuno ha confezionato una versione apocrifa (e finalmente conclusa) della sua opera.

Come una “scrittura intagliata nella scrittura”, in un intricato gioco di scatole cinesi, alla storia del bambino e dello scrittore si aggiunge una terza prospettiva: a più di venti anni di distanza da quel 1985, ritroviamo Croce, ormai ultratrentenne, nelle vesti di Nunzio Verzì, un ex pokemon ora pubblicitario.

Una serie di fortuite coincidenze lo spingeranno a fare i conti con il proprio passato, traghettandolo sul versante scomodo di un mondo ancora da raccontare.

Tre storie apparentemente slegate che corrono, al ritmo di un tango balcanico, dalle tombe di un vecchio cimitero slavo alle strade petulanti del Marais parigino; dalle austere sale della Biblioteca Nazionale di Atene agli psichedelici appartamenti romani di una fata turchina.